Geo-Visioni del Fiume Tagliamento, Re dei Fiumi Alpini, dal Monte di Ragogna

DATA DELL'EVENTO
Dom, 13/10/2019 Ore 8:30
LUOGO DELL'EVENTO
Monte di Ragogna e aree limitrofe, Piazza IV novembre, località San Giacomo, Ragogna (UD)
ISCRIZIONE
Obbligatoria entro il 11/10/2019 , gratuita
CONTATTI
Luca Bincoletto, geologo e guida ambientale escursionistica
3489330112 luca.bincoletto@gmail.com

La geoescursione, guidata dal geologo e guida ambientale escursionistica Luca Bincoletto, verrà realizzata nell’area in cui il Fiume Tagliamento lascia i rilievi prealpini per scorrere nella pianura friulana. La zona è caratterizzata da un elevato patrimonio geologico, costellata di numerosi geositi, alcuni dei quali di interesse nazionale e sovranazionale. Il Monte di Ragogna, data la sua centralità, unita alla sua facile percorribilità a piedi, rappresenta il naturale belvedere per apprezzare appieno la ricchezza geologica e geomorfologica dell’area e carpirne gli elementi fondamentali del suo Genius Loci Geologico.
Le spiegazioni spazieranno dalla formazione della catena alpina, con uno sguardo particolare alle fasi recenti ed attuali che, a partire da circa 5 milioni di anni fa, hanno prodotto il Monte di Ragogna, alle azioni erosive dei corsi d’acqua che hanno generato la stretta di Pinzano, senza tralasciare il deciso contributo morfologico dell’ultima glaciazione la cui massima espansione dei ghiacci è avvenuta circa 20.000 anni fa. Potremo inoltre apprezzare la morfologia a canali intrecciati del Tagliamento, chiamato il Re dei Fiumi Alpini e che attira numerosi studiosi di geomorfologia fluviale del Nord Europa.
La zona è inoltre interessata da importanti ipotesi progettuali inerenti la riduzione del rischio idraulico della bassa pianura friulana e la realizzazione di una importante infrastruttura viaria, di cui verranno illustrati gli elementi fondamentali.

PROGRAMMA

ore 8:30 ritrovo presso in Piazza IV novembre, località San Giacomo, comune di Ragogna.
ore 8.45-9.00 presentazione della giornata e spostamento con i veicoli al punto di partenza dell’escursione in località Tabine (mt 142), posta sulla sponda sinistra del F. Tagliamento, immediatamente a valle della stretta di Pinzano.
ore 9.30 inizio dell’escursione
Geostop 1 – Greto del Fiume Tagliamento. Tematiche: modalità di attraversamento storica del fiume e la storia dei due ponti stradali realizzati in corrispondenza della stretta.
Geostop 2 – Ponte di Pinzano. Tematiche: rischio idraulico prodotto dal corso d’acqua nella bassa pianura friulana e alcune delle ipotesi progettuali per la sua mitigazione.
Geostop 3 – Belvedere presso il Castello di Ragogna. Tematiche: geologia e geomorfologia dell’area e ipotesi progettuale di importante infrastruttura viaria interessante l’area.
Geostop 4 – Vetta del Monte di Ragogna. Tematiche: ultima glaciazione e cambiamenti climatici.
Geostop 5 – Belvedere a quota 350 m lungo la strada turistica dove daremo l’ultimo sguardo al F. Tagliamento che intagliato nell’alta pianura scorre intrecciato verso la bassa pianura.
ore 15.30 termine dell’escursione.


CARATTERISTICHE DELL'ESCURSIONE
Livello di difficoltà: medio
Distanza: 8 km
Dislivello: 350 m
Età minima: 10 anni

ABBIGLIAMENTO O EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO
altro
(Abbigliamento da escursione in ambiente montano a quote massime di 500 m circa. Pranzo al sacco e acqua al seguito da predisporre prima dell’inizio dell’evento.)

ISCRIZIONE E ASSICURAZIONE
Iscrizione obbligatoria entro il 11/10/2019
Quota iscrizione:
- gratuita
Modalità di iscrizione:

Via e-mail all'indirizzo luca.bincoletto@gmail.com, entro le ore 18 del 11/10/2019, fornendo un recapito telefonico e per ogni partecipante: nome, cognome e se maggiorenne o minorenne (età minima 10 anni).

Numero massimo partecipanti: 25
Assicurazione consigliata, a carico del partecipante

ORGANIZZATORI E SPONSOR

Organizzatore: Luca Bincoletto geologo associato all'Associazione dei Geologi del Friuli Venezia Giulia e guida ambientale escursionistica associato AIGAE.
Patrocinio: Associazione dei Geologi del Friuli Venezia Giulia e Associazione Italiana di Geologia e Turismo




Visualizza la mappa del geoevento Come arrivare