Alla scoperta della miniera di Cogne tra passato e futuro

DATA DELL'EVENTO
Sab, 22/10/2016 Ore 9.30-16.30
LUOGO DELL'EVENTO
Miniere di Cogne, Galleria di Carreggio Costa del Pino, Cogne (AO)
ISCRIZIONE
Obbligatoria entro il 21/10/2016 , a pagamento

SUGGESTIVA PASSEGGIATA ALLA SCOPERTA DELLA MINIERA DI MAGNETITE DI COGNE
La prima notizia documentata dell'attività mineraria di Cogne si ha in un atto del 1433 del Vescovo Oger. Le miniere rimasero di proprietà dei Vescovi di Aosta fino almeno al 1641, quando i Cognein, a causa di una crisi economica abbattutasi sulla Valle, iniziarono a rivendicarne i diritti. Il 26 ottobre 1679 il vescovo Mgr. Bally vende al Comune tutte le miniere, tuttavia fino al 1800 queste rimarranno pressoché inattive per mancanza di fondi. La rinascita si deve all'opera del Dottor Grappein, Sindaco del Paese, il quale conscio che il maggior onere era il trasporto del materiale ad Aosta, decise di costruire la prima strada carrozzabile da Cogne a Vieyes, che verrà terminata nel 1824. Le prime estrazioni erano a cielo aperto, a circa 2500 m s.l.m. nella località denominata Liconi, ai piedi del Monte Creya.
Dopo vari esperimenti, più o meno riusciti, di gestione comunistica delle miniere, lo sfruttamento del minerale si arresta, e l'estrazione cade in una profonda crisi, dovuta alla mancanza di capitali, ma soprattutto alle tecniche arcaiche di estrazione e di trasporto del materiale. Tra alti e bassi, la miniera resterà pressoché in uno stato di abbandono fino al 1903, quando, venduta ad una società italo-belga, inizierà lo sfruttamento a livello industriale. Vengono allora costruiti una teleferica ed il complesso di Colonna.
Nel 1916 la miniera viene venduta alla società Giò Ansaldo, ma già nel 1927 viene comprata dal governo fascista. Il lavoro continua a pieno ritmo per molti anni, anche dopo il periodo bellico, tanto che nel 1964 occupa ancora 741 dipendenti; nel 1968-69 inizia però la crisi, in gran parte legata agli elevati costi di estrazione e trasporto del materiale verso le acciaierie di Aosta.
La miniera seppur non esaurita viene chiusa definitivamente nel marzo del 1979.
La miniera rimane di proprietà di Fintecna fino al luglio 2014, quando dopo 111 anni viene nuovamente ceduta al Comune di Cogne.
Il futuro della Miniera di Cogne è legato dunque ad una sua valorizzazione a fini turistico-culturali che Comune di Cogne e Regione Autonoma Valle d’Aosta perseguono ricercando finanziamenti sui fondi strutturali Europei ed in particolare sul progetto “Mines de Montagnes” presentato nella primavera 2016.
Al centro espositivo Alpinart, presso il Villaggio Minatori di Cogne, ha sede la mostra permanente "La miniera di Cogne".

PROGRAMMA

Come si arriva a Cogne

Percorrendo l’autostrada A5 all’uscita di Aosta Ovest, si prende la S.R. n. 47 e si prosegue in direzione Cogne (circa 19 Km, tempo di percorrenza 25/30 minuti). Si attraversano gli abitati di Aymavilles, Vieyes, Epinel, Cretaz sino a raggiungere l’abitato di Cogne.
Alla prima rotonda si procede in direzione Gimillan lungo la circonvallazione Nord sino a raggiungere una successiva rotonda con all’interno una “benna di teleferica per il trasporto del minerale” e si segue l’indicazione Villaggio Minatori (circa 700 m) .

Dal parcheggio si accede al centro espositivo Alpinart, presso il Villaggio Minatori di Cogne, in cui ha sede la mostra permanente "La miniera di Cogne".

Al termine della visita al Centro Espositivo Alpinart ad orario prestabilito, una navetta porterà i visitatori dal Villaggio Minatori (1620 m s.l.m) alla “Casa Bianca”, il cui collegamento durerà circa 10-15 minuti. Dalla “Casa Bianca” all’imbocco della Galleria di Careggio “Costa del Pino” (2027 m s.l.m), ogni visitatore proseguirà a piedi per circa 1700 m, il cui tempo di percorrenza è stimato intorno ai 45 minuti.

Caratteristiche del percorso interno alla galleria di carreggio “costa del pino”:
Quota imbocco: 2027 m s.l.m
Lunghezza: circa 1300 m percorribile con locomotore (max 18 persone a viaggio) in circa 40 minuti
Temperatura media: circa 8°-10°C
Tasso di umidità: circa 90-95%
Ogni visitatore prima dell’ingresso in galleria, dovrà compilare e firmare gli appositi moduli di “Dichiarazione di esonero di responsabilità e conoscenza dei rischi”.


CARATTERISTICHE DELL'ESCURSIONE
Livello di difficoltà: medio
Distanza: 1,7 km
Dislivello: 407 m
Età minima: 6 anni

ABBIGLIAMENTO O EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO
altro
(Scarponcini da montagna, abbigliamento adatto alle basse temperature delle gallerie (pantaloni lunghi, maglia a maniche lunghe ed eventualmente giacca a vento). Saranno disponibili in loco caschi di protezione)

ISCRIZIONE E ASSICURAZIONE
Iscrizione obbligatoria entro il 21/10/2016
Quota iscrizione:
- bambini (sono considerati bambini coloro che non hanno ancora compiuto i 12 anni di età. 7 euro)
- adulti (10 euro)
Modalità di iscrizione:

Obbligatoria entro il 21 ottobre 2016, telefonando al numero 0165 753800 in orario di ufficio

Numero massimo partecipanti: 140
Assicurazione non necessaria

ORGANIZZATORI E SPONSOR

Cooperativa Mines de Cogne
Telefono: 0165 749269
Email: info@minesdecogne.com
Sito web: www. minesdecogne.com

Comune di Cogne

Regione autonoma Valle d'Aosta
Assessorato Territorio e Ambiente
Struttura Attività estrattive e Rifiuti




Visualizza la mappa del geoevento Come arrivare