Sulle “orme del diavolo”: conoscere e conservare le tracce dei primi italiani

DATA DELL'EVENTO
Sab, 22/10/2016 Ore 9.00-20.00
LUOGO DELL'EVENTO
"Palazzo Falco" o altra struttura garantita dal Comune di Tora e Piccilli, Piazza Umberto I, Tora e Piccilli (CE)
ISCRIZIONE
Non necessaria, ingresso libero
CONTATTI

L’evento è concepito come un’intera giornata dedicata alla conoscenza di uno dei geositi più importanti del pianeta, purtroppo non ancora adeguatamente tutelato e valorizzato, vale a dire il sito paleontologico delle cosiddette “Ciampate del diavolo” (Vulcano di Roccamonfina, Comune di Tora e Piccilli, provincia di Caserta), certificate nel 2003 dalla rivista NATURE, le quali sono fra le più antiche orme umane fossili del mondo. La giornata dovrebbe essere articolata in due momenti di studio separati da un breve momento conviviale, nel quale possano essere apprezzate le risorse enogastronomiche del territorio. La prima parte della giornata dovrebbe svolgersi con un’escursione sul sito guidata dagli scienziati impegnati nella ricerca coinvolgendo anche ragazzi, in età scolastica, in attività didattico/pratiche riguardanti il rilievo e la conservazione di dati icnologici. La seconda parte della giornata, invece, dovrebbe svolgersi in un palazzo storico o in un’altra sede idonea della città di Tora con un convegno arricchito dalle relazioni di illustri scienziati e ricercatori.

PROGRAMMA

Ore 9.00: Raduno a Tora in Piazza Umberto I.
Ore 9.30: Spostamento verso il sito paleontologico “Ciampate del diavolo”, visita guidata e sperimentazioni “in situ”.
Ore 12.00: Rientro al centro di Tora con arrivo nella corte interna del “Palazzo Falco”.
Ore 12.30: Momento conviviale con degustazione di prodotti enogastronomici locali.
Ore 15.30: Inizio del convegno:
1. Saluto del Sindaco.
2. Saluto della Dott.ssa Antonella Tomeo (Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento).
3. Eventuale saluto di altre autorità politico/amministrative.
4. Relazione del Prof. Paolo Mietto (Università di Padova): «2001-2016: quindici anni sulle “orme del diavolo”: bilanci e prospettive».
5. Relazione del Dr. Adolfo Panarello, PhD (Università di Cassino e del Lazio Meridionale, AIQUA): «Salvare l’impossibile: i vari gradi della conservazione di un icnosito di ominidi».
6. Relazione del Prof. Antonio Salerno (Seconda Università di Napoli, Direttore del Museo Archeologico di Teanum Sidicinum e del Museo Archeologico dell'antica Allifae): «Dinamiche del popolamento umano nella Campania settentrionale mediopleistocenica».
7. Relazione del Prof. Italo Biddittu (Museo Preistorico di Pofi, Istituto superiore di Paleontologia Umana): «Homo “faber” heidelbergensis: l’identità del “diavolo” del Roccamonfina».
8. Relazione della Prof.ssa Mariarita Palombo (Università di Roma “La Sapienza”, Presidente AIQUA): «Uomini, animali e piante nel Pleistocene del Roccamonfina: per una ricostruzione del paleoambiente delle “Ciampate del diavolo”».
9. Conclusioni del Presidente AIQUA o di altra autorità.


CARATTERISTICHE DELL'ESCURSIONE
Livello di difficoltà: medio
Distanza: 2,480 km
Dislivello: 65 m

ABBIGLIAMENTO O EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO
abiti formali
scarpe da passeggio

ISCRIZIONE E ASSICURAZIONE
Iscrizione non necessaria
Ingresso libero
Numero massimo partecipanti: 50 a sedere
Assicurazione non necessaria

ORGANIZZATORI E SPONSOR

Associazione Italiana per lo Studio del Quaternario (AIQUA), Comune di Tora e Piccilli (prov. di Caserta), Soprintendenza Archeologia della Campania




Visualizza la mappa del geoevento Come arrivare