I geositi dell’Appennino nord-marchigiano: lo “slump” di Pietragialla, una grande frana sottomarina di milioni di anni fa

DATA DELL'EVENTO
Sab, 21/10/2017 Ore 9.00
LUOGO DELL'EVENTO
Piazza San Martino, Apecchio (PU)
ISCRIZIONE
Obbligatoria entro il 19/10/2017 , gratuita
CONTATTI

Alla scoperta dei principali geositi dell’Appennino nord-marchigiano, territorio dalla straordinaria ed unica geodiversità che si è candidato alla Rete Europea e Globale dei Geoparchi UNESCO.

Lo “slump” di Pietragialla è indubbiamente uno fra i più noti geositi dell’Appennino nord-marchigiano, conosciuto e studiato a livello internazionale già da diversi anni. L’incisione fluviale del torrente Biscubio ha eccezionalmente riportato alla luce strati arenacei e marnosi variamente piegati e spezzati, appartenenti alla Formazione Marnoso-Arenacea. Si tratta della testimonianza di un’imponente frana sottomarina che si è verificata durante il Miocene superiore, circa 11 milioni di anni fa, durante la strutturazione della catena appenninica allora sommersa dalle acque della Tetide. Il sentiero CAI 41 ci condurrà poi al rifugio “La Chiusura”, occasione di ristoro immersi in uno scenario suggestivo.

PROGRAMMA

Ore 9.00 ritrovo in Piazza San Martino, Palazzo Ubaldini, Apecchio (PU)
Ore 9.15 inizio dell’itinerario
Ore 11.30 arrivo al rifugio “La Chiusura” e pranzo al sacco
Ore 15.00 ritorno ad Apecchio e fine dell’escursione


CARATTERISTICHE DELL'ESCURSIONE
Livello di difficoltà: medio
Distanza: 8 km
Dislivello: 200 m
Età minima: 5 anni

ABBIGLIAMENTO O EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO
sportivo
altro
(Abbigliamento e scarpe da trekking)

ISCRIZIONE E ASSICURAZIONE
Iscrizione obbligatoria entro il 19/10/2017
Quota iscrizione:
- gratuita
Modalità di iscrizione:

mail e/o cellulare:
Andrea Mazzoli mazzoliandrea@ymail.com 3270683674 | Giada Salciccia giada.salciccia@gmail.com 3342800235

Assicurazione consigliata, a carico del partecipante

ORGANIZZATORI E SPONSOR

Unione Montana del Catria e Nerone
Comune di Apecchio
Università di Urbino




Visualizza la mappa del geoevento Come arrivare