I geositi di Punta Piccola ed Eraclea Minoa: valorizzazione e tutela

DATA DELL'EVENTO
Sab, 21/10/2017 Ore 8.30
LUOGO DELL'EVENTO
Torre Carlo V, Via Empedocle, Porto Empedocle (AG)
ISCRIZIONE
Non necessaria, ingresso libero

Nel mese di aprile del 2015 presso l’Auditorium dell’Assessorato regionale Territorio e Ambiente veniva presenta l’istituzione dei primi Geositi in Sicilia, luoghi o territori in cui è possibile riscontrare un interesse geologico, geomorfologico, paleontologico, mineralogico, e che, presentando un valore scientifico/ambientale, vanno preservati con norme di tutela specifiche.
I Geositi ad essere istituiti, con l’obiettivo di evidenziare le loro specifiche peculiarità scientifiche, furono 79 di cui 3 di rilevanza mondiale e unici – tra quest’ultimi uno è il Geosito “GSSP del Piacenziano” a Punta Piccola - Comune di Porto Empedocle, al quale è stata posta particolare attenzione in quanto i G.S.S.P. (Global Stratotype Section and Point) costituiscono siti con “oggettivi caratteri di unicità” in quanto rappresentano per la comunità scientifica internazionale i riferimenti della “Scala cronostratigrafica standard globale”.

Il nome GSSP è “Punta Piccola” e rappresenta la base del Piacenziano (Pliocene) ed è stato definito dalla Commissione Internazionale per la Stratigrafia (ICS) e ratificato dell’Unione Internazionale delle Scienze Geologiche (IUGS) nel 1997. Età assoluta: 3,596 Ma.
Si trova lungo la costa agrigentina, sulla strada che unisce Porto Empedocle al comune di Realmente, in prossimità del vecchio casello ferroviario (3 km a W-NW da Porto Empedocle e a 4 km ad E di Capo Rossello).
Le coordinate sono: Latitudine 37°17’21.3’’ N; Longitudine 13°29’28.6’’ E.

Altro importante sito in prov. di Agrigento si trova sul litorale del territorito del Comune di Cattolica Eraclea.
Il nome GSSP è “Eraclea Minoa” e rappresenta la base dello Zancleano (Pliocene) ed anche il limite fra il Miocene ed il Pliocene, è stato formalizzato dalla commissione Internazionale per la stratigrafia (ICS) dell’Unione Internazionale delle Scienze Geologiche (IUGS) nel 2000, età: 5,3-3,6 Ma.
Lo stratotipo affiora lungo la costa agrigentina, alla base di una falesia che separa le vestigia dell’antica città greca di Eraclea Minoa dalla bella e bianchissima spiaggia di Capo Bianco coronata da una estesa pineta mediterranea. Narra la leggenda che Eraclea Minoa fu il luogo di approdo del re Minosse all’inseguimento di Dedalo colpevole di aver aiutato Arianna e Teseo ad uscire dal labirinto. Proprio presso la città, il re Minosse trovò la morte per mano del re Caos, che aveva dato rifugio e protezione a Dedalo. L'accesso all'affioramento è all'interno di un campeggio.
Le coordinate sono: Latitudine 37°23’30” N ; Longitudine 13°16’50” E.

L’istituzione dei Geositi comporta l’apposizione di vincoli, ai fini della tutela, che non vanno letti come restrizioni ma come opportunità di conoscenza, conservazione e non solo. I Geositi assumono un alto valore scientifico e paesaggistico risultando di fondamentale importanza nella politica regionale di promozione delle aree protette. Con l’istituzione dei Geositi in Sicilia si estende la conoscenza, la valorizzazione e quindi la fruizione del bene geologico all’intera collettività.

L’evento, oltre a divulgare il valore scientifico dei geositi trattati, attraverso gli interventi di carattere geologico, idrogeologico, geomorfologico dei territori in cui ricadono e con la descrizione, dal contenuto altamente scientifico, degli stessi da Docenti universitari dell’Università degli Studi di Palermo e dal punto di vista normativo da Funzionari regionali dell’A.R.T.A.; si prefigge di favorire la promozione, verso gli operatori di settore, per l’inserimento dei geositi trattati in percorsi turistici archeologici già esistenti, anche per la loro peculiare vicinanza da siti archeologici ad oggi sotto tutela della Soprintendenza BB.CC.AA. di Agrigento.
Il geosito di “Punta Piccola” dista circa 250 mt ad est dal sito archeologico della “Villa Romana”, mentre il geosito di “Eraclea Minoa” dista circa 180 mt a sudest dal sito archeologico del “Teatro Greco di Eraclea Minoa”.
L’evento convegnistico, che si svolgerà presso la “Torre Carlo V” in Porto Empedocle, sarà arricchito con la visita presso il geosito di “Punta Piccola” e del sito archeologico di “Villa Romana”. Dopo pranzo è programmata la visita presso il geosito di “Eraclea Minoa” e dell’area archeologica del “Teatro Greco di Eraclea Minoa”.

PROGRAMMA

Ore 8.30-9.00: Registrazione partecipanti
Ore 9.00-9.30: Interventi di saluto: Autorità ed Istituzioni locali, Ordini Professionali, Associazioni Professionali, Operatori turistici
Ore 9.30-10.15: I geositi di: "Punta Piccola" ed "Eraclea Minoa" – individuazione, peculiarità geologico-stratigrafiche dei geositi. Docente Università di Palermo - Dipartimento Scienze della Terra e del Mare –
Ore 10.15 -11.00: iter normativo per l'istituzione dei geositi – Funzionario Assessorato Territorio e Ambiente – Dipartimento Ambiente - UOB S.2.3 PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE TUTELA DEL TERRITORIO
Ore 11.00-11.45: Integrazione siti archeologici-geositi - Dirigente/Funzionario Soprintendenza BB.CC.AA. di Agrigento
Ore 11.00-11.30: Opportunità sviluppo turistico dei geositi – Funzionario Camera Commercio Agrigento
Ore 11.30-11.45: Presentazione dell’escursione
Ore 11.45 -13.45: Escursione guidata Geosito Punta Piccola
Ore 14.00-15.00: Pausa Pranzo
Ore 15.00-17.00: Escursione guidata Geosito di Eraclea Minoa
Ore 17.00-17.30: Saluti e consegna attestati di partecipazione.


CARATTERISTICHE DELL'ESCURSIONE
Livello di difficoltà: basso
Distanza: 0-0,5 km
Dislivello: 0-50 m

ABBIGLIAMENTO O EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO
abiti formali
facoltativo

ISCRIZIONE E ASSICURAZIONE
Iscrizione non necessaria
Ingresso libero
Numero massimo partecipanti: libero
Assicurazione non necessaria

ORGANIZZATORI E SPONSOR

Ordine Regionale dei Geologi di Sicilia in collaborazione con A.GEO.Ag e con Nucleo Geologi Volontari
Protezione Civile – Onlus Agrigento - Comune di Porto Empedocle - Comune di Cattolica Eraclea -




Visualizza la mappa del geoevento Come arrivare