Il Museo dell'Osservatorio Vesuviano: storie di minerali e di eruzioni

DATA DELL'EVENTO
Sab, 21/10/2017 - Dom, 22/10/2017 Ore 10.30, 12.00, 14.00 (sabato); 10.00, 14.00 (domenica)
LUOGO DELL'EVENTO
Museo dell'Osservatorio Vesuviano, Via dell'Osservatorio, Ercolano (NA)
ISCRIZIONE
Obbligatoria entro il 08/10/2017 , gratuita

L'Osservatorio Vesuviano è il più antico osservatorio vulcanologico al mondo, fondato nel 1841 da Ferdinando II di Borbone, re delle Due Sicilie. E’ stato realizzato sul fianco occidentale dell'edificio vulcanico del Somma-Vesuvio, oggi territorio del Parco Nazionale del Vesuvio.
Dal 2001 è la sezione di Napoli dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV).
La sede storica sul Vesuvio ne ospita il museo, unico nel suo genere per contenuti e articolazione dei percorsi scientifici, destinato a informare e sensibilizzare i visitatori sul vulcanismo dell'area campana e i pericoli associati.
Nel museo è presente un percorso espositivo che costituisce un vero e proprio viaggio nel tempo sullo studio dei vulcani e sulla loro sorveglianza, con particolare attenzione al Vesuvio. Il percorso si articola attraverso un itinerario dall’interesse scientifico, culturale, storico e artistico. La storia del vulcano è ripercorsa grazie alle ricche collezioni esposte: rocce, minerali, strumenti scientifici, documenti, immagini.
Sono previste due giornate di apertura al pubblico:

1) sabato 21 ottobre 2017

Dal magma alle fumarole del Somma-Vesuvio: storie di minerali e del loro ambiente di formazione.
Visita al museo dell'Osservatorio Vesuviano incentrata sul percorso geomineralogico presente al suo interno. Si visiterà la collezione mineralogica vesuviana "Donazione Mariano Carati", costituita da oltre 440 campioni (170 esposti) e che comprende 130 specie mineralogiche delle 270 attualmente conosciute al Vesuvio, e altri reperti di interesse.
Il Vesuvio e la nascita del monitoraggio dei vulcani: più di cento anni di osservazioni.
La seconda parte della visita riguarderà gli aspetti storici del monitoraggio dei vulcani napoletani. Il monitoraggio strumentale dei vulcani nasce alla metà dell’800 con l’istituzione dell’Osservatorio Vesuviano. Il sismografo elettromagnetico di Luigi Palmieri, direttore dell’Osservatorio Vesuviano dal 1855 al 1896, è stato uno strumento geofisico rivoluzionario che ha segnato una tappa fondamentale per lo sviluppo del moderno monitoraggio dei vulcani, condotto su basi scientifiche quantitative. Questo lungo percorso di progresso scientifico e tecnologico è iniziato sul Vesuvio più di 150 anni fa.

2) domenica 22 ottobre 2017

Vesuvio Marzo 1944, l’ultima eruzione: testimonianze, filmati e impatto sul territorio.
Nell’ambito della grande cornice del Parco Nazionale del Vesuvio, nella sede storica dell’Osservatorio Vesuviano verrà raccontata l’ultima eruzione del vulcano attraverso testimonianze storiche e artistiche, filmati d’epoca e l’osservazione diretta dei prodotti dell’eruzione e del loro impatto sul territorio.

PROGRAMMA

1) sabato 21 ottobre 2017

Dal magma alle fumarole del Somma-Vesuvio: storie di minerali e del loro ambiente di formazione. referente: massimo.russo@ingv.it
Nel corso della visita si parlerà dei minerali che si sono formati al Somma-Vesuvio: da quelli che “affondano” o che “galleggiano” all'interno della camera magmatica, a quelli che si formano al contatto del magma con la roccia incassante e a quelli che si formano con il solo intervento della temperatura; l’”enigma dei fossili”, i minerali delle lave antiche interessate da processi di idrotermalismo e quelli che si osservano sulle lave e in prossimità delle fumarole. Seguirà un'esperienza pratica di osservazione diretta di microminerali al microscopio dell'area vesuviana. La seconda parte della visita riguarderà gli aspetti storici del monitoraggio dei vulcani napoletani.
a cura di Maddalena De Lucia, Flora Giudicepietro, Massimo Russo, Tullia Uzzo, Rosanna Altavilla, Marina Loddo, Anna Maiello.

durata della visita: 90 minuti
orari visite: 10.30, 12.00 (mattina) 14.00 (pomeriggio)
per ogni visita si prevedono gruppi di max 25 persone.

2) domenica 22 ottobre 2017

Vesuvio Marzo 1944, l’ultima eruzione: testimonianze, filmati e impatto sul territorio. referente: tullia.uzzo@ingv.it
• Museo: Accoglienza e introduzione.
• Vesuvio in arte, terribile e sublime: un insolito viaggio nella conoscenza del vulcano più famoso al mondo attraverso le collezioni storiche e artistiche del Museo dell’Osservatorio Vesuviano.
• Proiezione filmato del 1944.
• Eruzione del 1944: narrazione scientifica, letteraria e testimonianze.
seguirà escursione nel parco del Vesuvio: “L’edificio vulcanico e i prodotti dell’eruzione del 1944”.
a cura di Mauro Antonio Di Vito, Giovanni Ricciardi, Sandro de Vita, Tullia Uzzo, Giuliana Alessio, Elena Cubellis, Marina Loddo, Rosanna Altavilla, Rosella Nave, Pasquale Giugliano, Agostino Casillo (Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio).

durata della visita: 3 ore (1 ora visita museo e 2 ore escursione)
orari visite: 10.00, 14.00
per ogni visita si prevedono gruppi di circa 50 persone.


CARATTERISTICHE DELL'ESCURSIONE
Livello di difficoltà: basso
Distanza: 1.5 km
Dislivello: 100 m

ABBIGLIAMENTO O EQUIPAGGIAMENTO CONSIGLIATO
abiti informali
altro
(scarpe da trekking per il giorno 22 ottobre)

ISCRIZIONE E ASSICURAZIONE
Iscrizione obbligatoria entro il 08/10/2017
Quota iscrizione:
- gratuita
Modalità di iscrizione: tramite prenotazione
Numero massimo partecipanti: 100
Assicurazione non necessaria

ORGANIZZATORI E SPONSOR

organizzatore: INGV sezione di Napoli Osservatorio Vesuviano

con la collaborazione dell'Ente Parco Nazionale del Vesuvio
e il patrocinio di AIQUA e AIV

sponsor: Gruppo Mineralogico Geologico Napoletano




Visualizza la mappa del geoevento Come arrivare